Ricordo

Il ricordo di qualcuno che non c’è più oggi come sempre.

Tutti credo abbiamo perso una persona importante della nostra vita: un genitore, i nonni, un amico speciale.

Io, oltre ai miei nonni, ho perso anche e soprattutto mio fratello, 16 anni fa ormai.

Il suo viso, i suoi ultimi minuti di vita me li ricordo bene e sorrido ogni volta che mi vengono in mente.

Seduto sul divano, vestito con la tuta  (il suo abbigliamento preferito), pronto a partire per un viaggio, il secondo ( mi pare di ricordare) da solo.

Doveva andare a Rimini, alla fiera del fitness, con i ragazzi della palestra in cui faceva da Gennaio Kick-boxing.

Era la sera del 15 Giugno, erano passati solo 2 giorni dal mio 18° compleanno.

Non doveva gareggiare, semplicemente doveva essere la mascotte, perchè era il più piccolo del suo gruppo. Aveva solo 14 anni, tutti erano più grandi di lui, abituati a gareggiare e a viaggiare in tutta Italia.

Non sono mai arrivati a Rimini, si sono fermati in Puglia, a San Severo…

Questi dettagli me li ricordo bene, così come mi ricordo dov’ero mentre il suo pulmino partiva, cosa ho detto al mio ragazzo di allora.

Mi rammarico però di non ricordarmi più la sua voce,  di non sentirmi più chiamare, come quando eravamo piccoli e mi chiamava “Viviana Cavallara” perché “sei femmina Tu”.

Tante cose avrei voluto dirgli, tante coccole sono rimaste in sospeso tante quante le litigate ancora da fare; poco aveva assaporato della vita, forse solo le cose più ingiuste.

Sono passati 16 anni da quel maledetto 16 Giugno e ancora adesso se mi chiedo “Perchè?” non so trovare una risposta; so solo che ci sei, Fratello mio, invisibile sostegno, sempre presente nel cuore e nell’anima.

Magari un’altra volta, quando le lacrime si fermeranno, vi racconterò ancora di lui.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz