Compleanni e mal di testa

Ieri abbiamo inaugurato la stagione dei “compleanni della scuola” di Terribile 1, con annessi i mal di testa che scaturiscono sempre dopo questi momenti.

Senza scomodare grafici complicatissimi si evince chiaramente,dopo anni di esperienza, che alle feste sono per lo più le mamme (quasi il 90%) ad accompagnare i figli alle feste.

Eh sì perché a noi mamme, a noi donne piace andare ai compleanni per “ciozzare”: risate, pettegolezzi, chiacchiere a fiumi e qualche pizzetta in più che, almeno per me, non guasta mai.

Altro capitolo meriterebbe il luogo del compleanno.

Che fatica trovare un luogo che possa andar bene alle mille esigenze del festeggiato.

Se c’è l’animazione bisogna avere lo spazio per il tavolo, per i trucchi, per le casse della baby dance, senza dimenticare i tavoli per il buffet, il tavolo per la torta, le sedie per gli  ospiti meno giovani, un bello spazio aperto per fumare con tranquillità.

Ieri siamo stati ospiti di un parco giochi con gonfiabili e area gioco per bimbi piccoli e meno piccoli.

Il posto in sé non è male, giusti spazi per tutti;  è la gestione che mette i brividi!!

Una signora diversamente giovane che urla e rimprovera i piccoli ospiti ed anche i genitori, musica a volume altissimo che stare ad un concerto rock sotto il palco con le orecchie incollate alle casse in confronto è un sospiro di bambino.

La comodità di questi posti è il poter usufruire del buffet preparato da loro, i giochi sono già lì belli e pronti ed in caso di pioggia nessun intoppo per festeggiato ed invitati.

Risultato di questo primo compleanno?

Terribile 1 sudata, ma contenta. Ed io?

Un gran mal di testa, ma anche e soprattutto la consapevolezza di non essere l’unica mamma che strilla i suoi figli, che non riesce a gestire il suo tempo, insomma una seduta dallo psicologo con tante risate.

PS: Le facce in foto da “Arriviamo”.

La foto a fine festa non era adatta ad un pubblico debole di cuore.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami