La lettura

Come ho già scritto in questo blog, ma anche altrove, la lettura è una passione che coltivo da quando ero bambina.

Fin da piccola ho amato i libri, l’odore della carta (avete presente no?), il dito che scorre sulle parole più importanti, il voltar pagina, come a voler voltare le pagine della propria vita.

Mi ricordo alle elementari la maestra ci fece una sorpresa: portò dei libri a scuola e ne fece scegliere uno a ciascuno di noi.

Io scelsi “I Pattini d’argento”, perché mi piaceva la copertina.

Quella bimba sui pattini mi trasmetteva un senso di libertà inspiegabile.

Oggi Terribile 1 è in piscina ed io ne approfitto per leggere un buon libro.

Voi avete un libro del cuore?

Per me sicuramente I Pattini d’argento, perché hanno segnato l’inizio della mia passione per la lettura.

Poi ci sono stati Il diario di Anna Frank, La bella estate di Cesare Pavese, I dolori del giovane Werther di Goethe.

Adesso adoro Coelho e alcuni suoi libri li ho letti almeno 3 volte (Undici Minuti e Lo Zahir, giusto per fare dei nomi).

 

Ma quanto è bello leggere!

La lettura ti trasporta in un mondo nuovo, ti regala nuove prospettive e accresce il vocabolario.

Da allora i libri sono diventati i miei amici, i miei compagni d’avventura, silenziosi ma sempre disponibili.

Anche Terribile 1 ha questa passione e ne sono felicissima.       

Da quando ha 3 anni colleziona i Babalibri, ma anche qualsiasi libro la possa incuriosire dalla copertina o dal titolo.

Adesso che sa leggere mi ha chiesto Piccole donne, perché le ho raccontato brevemente la trama e l’ha molto colpita.

A breve inizierà a leggerlo.

Intanto Buona lettura a tutti.

Io continuo con Pasolini ed i suoi Ragazzi di vita

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami